Senza categoria

DIPINGERE CON I COLORI A TEMPERA

Dipingere con i colori a tempera

Il termine tempera deriva dall’italiano arcaico e significa “stemperare”, ovvero mescolare, facendo riferimento all’operazione di diluizione dei pigmenti in acqua e all’aggiunta di sostanze leganti, in particolare l’uovo, la cui composizione proteica garantisce la giusta corposità al colore.

I metodi per preparare la tempera all’uovo, come spiegato dal Cennini nel suo Libro dell’Arte, sono due: nel primo metodo il tuorlo d’uovo viene sbattuto con un ramo di fico appena tagliato: ciò consente ai fluidi contenuti nel legno di amalgamarsi con il composto donando una maggiore fluidità e resistenza all’essiccazione sulla tavolozza; il secondo metodo prevede che i pigmenti vengano mescolati solo con il rosso d’uovo.dipingere con colori a tempera

            Con il tempo si sono sviluppati nuovi tipi di tempera: la tempera a colla e la tempera a cera. Attualmente la tempera a colla viene utilizzata per le decorazioni murali ed in campo scenografico; l’utilizzo di colle animali dona maggiore luminosità al pigmento ma ha il difetto di mutare notevolmente di tonalità durante l’asciugatura.

Le tecniche pittoriche: La Tempera

La tempera a cera è una sorta di fusione tra la tempera classica e la tecnica dell’encausto che vede i primi esperimenti di questa fusione già nel medioevo; l’aggiunta di cere e resine nei colori a tempera li rende molto meno vulnerabili all’azione dell’umidità.

Le tracce più antiche dell’uso dei colori a tempera risalgono al periodo etrusco, ma ci sono testimonianze che anche i romani conoscessero questa tecnica. I colori vivaci delle tempere vengono largamente utilizzati anche dai pittori bizantini per la decorazione delle icone, ma la più grande diffusione avviene nel rinascimento, finché non viene sostituita dalla pittura ad olio.

La principale caratteristica di questa tecnica risiede nella sua versatilità: è facilmente utilizzabile su qualsiasi tipo di supporto purché sufficientemente rigido, poroso e adeguatamente sgrassato (legno, gesso, terracotta…); la sua composizione ne consente una rapida asciugatura ed è un’ottima soluzione per chiunque voglia iniziare a cimentarsi con la pittura, grazie al basso costo delle materie prime e alla facilità di utilizzo. La rapidità di asciugatura tuttavia comporta la necessità che il lavoro sia programmato in precedenza e la sua scarsa malleabilità rende pressoché impossibile la fusione tra pennellate di colori diversi in tempi brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.